Mete e consigli per le vacanze con i bambini

Organizzare le vacanze con bambini al seguito può richiedere una buona dose di organizzazione e una più attenta selezione delle mete, ma con qualche accorgimento è facile far andare tutto per il meglio e avere anche piacevoli sorprese. Alcuni consigli.

Dove?

La scelta della meta è ovviamente il primo passo e dipende da diversi fattori ma soprattutto dall’attitudine della famiglia a viaggiare serenamente. In base all’età del bambino possono esserci limitazioni oggettive e necessità di soluzioni sicure e attrezzate, ma bisognerebbe evitare di essere troppo apprensivi e finire per escludere destinazioni che invece potrebbero essere affrontabili senza grossi problemi anche se non rientrano esattamente tra le classiche opzioni per famiglie. Il rischio è altrimenti quello di rimandare i viaggi con i figli a data da destinarsi e non godere a pieno delle proprie vacanze. Se a conti fatti si preferisce optare per soluzioni di viaggio ad hoc per famiglie con bambini le mete classiche non mancano. Generalmente prevedono aree gioco dedicate esclusivamente ai più piccoli, spiagge comode, sicure e attrezzate come quelle della riviera adriatica, oppure, in montagna, sentieri e percorsi per famiglie, con la possibilità anche di fare qualche caccia al tesoro o attività istruttive e divertenti come riconoscere gli animali e le piante del bosco. In Trentino Alto Adige ci sono diverse soluzioni di questo tipo, che possono far passare un buon momento a tutta la famiglia.

Come?

La prima regola è mantenere la calma e cercare di organizzare tutto con serenità, magari coinvolgendo i bambini più grandi nella scelta della meta e nei preparativi. Trasmettere entusiasmo per il viaggio e creare buone aspettative non può che rendere l’atmosfera più facile e rilassata. Che si tratti di una vacanza al mare, di una gita in montagna o di conoscere una nuova città l’importante è che i bambini si possano sentire in qualche modo partecipi, abbiano degli spazi di gioco anche improvvisati, siano stimolati a fare domande su tutto quello che per loro è nuovo. Rispettare quanto possibile i loro ritmi ed evitare di renderli nervosi a causa della stanchezza è un altro punto importante, come anche calcolare gli orari degli spostamenti in treno o in aereo per fare in modo che coincidano con le ore di sonno abituale, così da farli arrivare alla meta più tranquilli e riposati. Preparare un bagaglio il più possibile leggero è un altro modo per semplificare gli spostamenti, cercando però di avere con sé alcuni oggetti di riferimento, soprattutto per i bambini più piccoli, che li tranquillizzino in un eventuale momento di spaesamento.

Perché?

Viaggiare è un’esperienza importante, a qualsiasi età, tanto più quando si è bambini e il gusto della scoperta si moltiplica. Il viaggio è inoltre un modo per aumentare il senso di complicità e fiducia, portando i piccoli a scoprire cose nuove e risolvendo i loro dubbi. Consente di collezionare bellissimi ricordi mentre si impara a guardare il mondo, anche quello già conosciuto, attraverso occhi nuovi.

Daniela Dall'Alba

Scopri la nostra assicurazione viaggio
Assicurazione con annullamento viaggio incluso
Fai un PREVENTIVO »

Ti chiamiamo gratis!

Un nostro consulente ti contatterà per trovare la soluzione più adatta a te.

Gratis e senza impegno