Viaggio da Mille e Una Notte in Oman: consigli utili

Un’atmosfera da novelle orientali, in puro stile Le Mille e Una Notte, accoglie i visitatori in Oman e li conduce in un viaggio alla scoperta di architetture dorate, circondate da un paesaggio fatto di contrasti, di deserti e alte montagne alle cui pendici si aprono incantevoli baie dalle acque trasparenti.

Il Sultanato dell’Oman, situato a sud della Penisola arabica, è un luogo ricco di storia, di bellezze naturali e di antiche tradizioni. Merito del clima mite, che raggiunge temperature molto elevate solo in estate, può essere visitato tutto l’anno e d’inverno regala il meglio di sé.

Durante la stagione fredda europea l’Oman è una meta perfetta per chi è alla ricerca dell’eterna estate. Da dicembre a marzo, nella capitale Mascate e nelle località costiere, le temperature minime sfiorano i 17°. In questo periodo le destinazioni ideali sono le spiagge di Sur Masiarh Bay; Al Jissah e le meravigliose White Beach e Ras Al Jinz Turtle Beach, circondate da lussuosi resort dotati di ogni comfort.

I voli diretti dall’Italia hanno prezzi concorrenziali, con una tariffa media di 100 euro andata e ritorno (Offerta Oman Air. Tariffa a persona calcolata il 28/09/2019 su Skyscanner.it per un volo da Milano a Mascate/Duqm Duqm; partenza il 17/10/2018 e ritorno il 28/10/2018). All’economicità del volo si aggiunge quella degli alloggi. Su Booking.com la tariffa media a persona per un soggiorno di 7 notti in hotel 4 stelle con Spa, sistemazione in camera Suite, è di appena 500 euro.

Avendo a disposizione una settimana per visitare l’Oman, l’itinerario più interessante può iniziare dalla città di Muscate, con una visita alla Sultan Qaboos Grand Mosque e al Museo Bait Al Zubair, che ospita una vasta collezione di gioielli e costumi tipici. Il secondo giorno si può scegliere la città costiera di Barka, con il suo tradizionale mercato del pesce, oppure Rostaq, antica capitale del Sultanato in cui si trova il fortino di Al Hazm. Il tour può proseguire a scelta fra Wahiba Sands, il famoso deserto della regione del Golfo o Fins, nota località balneare.

Per entrare in Oman è richiesto un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di ingresso nel Sultanato; il visto d’ingresso è necessario ma, dal 2018 non è più possibile ottenerlo presso l’Ambasciata del Sultanato dell'Oman in Italia e in frontiera. Attualmente la domanda di visto turistico va inoltrata tramite una procedura online disponibile sul sito della Royal Oman Police https://evisa.rop.gov.om/en/home. Il primo passo per ottenere il visto è registrarsi al sito, scannerizzare il passaporto e una fototessera in formato digitale da caricare nell’apposita sezione.

Il territorio dell’Oman è caratterizzato da bassi livelli di criminalità e non sussistono particolari pericoli per i turisti. La Farnesina sconsiglia comunque di avventurarsi nelle aree al confine con lo Yemen. Le strutture medico-ospedaliere rispettano gli standard europei e la disponibilità di medicinali è adeguata. In caso di malattia o infortunio ci si può rivolgere agli ospedali pubblici come a numerose cliniche private, con personale medico in gran parte straniero.

Il Ministero degli Affari Esteri consiglia ai connazionali di munirsi di assicurazione a copertura delle spese mediche e dell’eventuale rimpatrio sanitario prima della partenza; di evitare di consumare cibi e verdure crude e di bere solo acqua da bottiglie sigillate. Prima di mettersi in viaggio è opportuno annotare in agenda i contatti dell’Ambasciata Italiana in loco (Mascate, Way 3034 - House n. 2697 - Shatti Al Qurum. Telefoni Sede: 00968 24 693727; 00968 24 695131. Fax Sede: 00968 24 24695161. Cellulari reperibilità Sede: 00968 9933265).

Eleonora D'Angelo

Scopri la nostra assicurazione viaggio
Assicurazione con annullamento viaggio incluso
Fai un PREVENTIVO »

Ti chiamiamo gratis!

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00.

Un nostro consulente ti contatterà per trovare la soluzione più adatta a te.

Gratis e senza impegno