Vacanze in Egitto: ecco tutto ciò che c'è da sapere

L'Egitto è un paese del nord Africa tra i più visitati in assoluto. I pregi di questo stato sono molteplici: è stato la culla della civiltà, ospita alcune delle strutture architettoniche più affascinanti e ancora oggi misteriose al mondo ed è accarezzato da venti caldi, perfetti per il periodo estivo. Poiché si tratta di uno stato extraeuropeo, sono necessari alcuni accorgimenti.

Innanzitutto, ciò che viene da chiedersi quando si organizza un viaggio verso l'Egitto è di quali documenti bisogna disporre. Naturalmente, i possessori del passaporto possono utilizzare tale documento per viaggiare senza problemi, eppure è possibile recarsi in Egitto anche con la sola carta d'identità, sia cartacea che elettronica. Sul sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it, infatti, è riportato che le autorità doganali egiziane ammettono l'ingresso di turisti in solo possesso della carta d'identità, a patto che essa sia accompagnata da altre due foto in formato tessera (da portare con sé dall'Italia e necessarie per il visto turistico, il quale si può richiedere online prima della partenza, presso l'Ambasciata d'Egitto o all'aeroporto d'arrivo, previo pagamento di 25 dollari americani).

Una volta ottenuta l'autorizzazione a entrare in territorio egiziano, i luoghi da vedere per vivere un'esperienza unica sono tantissimi. Il punto di partenza non possono che essere le Piramidi, nella capitale Il Cairo. Questi maestosi edifici, che ospitano i resti di antichi faraoni, suscitano moltissimo interesse e ad essi sono legate numerose storie e leggende, fatte di magia e religione. Di certo l'atmosfera delle Piramidi è estremamente suggestiva, e il merito è anche della Sfinge, altra maestosa opera che sembra sorvegliare il riposo dei faraoni. In Egitto è poi possibile vivere un'intensa esperienza nel deserto del Sahara, attraversando vastissime e suggestive dune di sabbia molto alte, formate e distrutte dal vento.

Anche se l'Egitto è un luogo poco avvezzo agli occidentali poco avventurieri, c'è da dire che negli ultimi anni sono numerosi i servizi offerti ai viaggiatori: un esempio è dato dagli estesi resort costruiti in città come Sharm-El-Sheik, che offrono tutti i lussi possibili agli amanti del relax più totale. Per ciò che riguarda le condizioni igieniche del Paese, come già accennato, è opportuno prendere delle precauzioni contro certe criticità. Innanzitutto, è bene risciacquare abbondantemente la frutta e la verdura acquistata in loco prima del consumo, per rimuovere i residui di sporco. Quando possibile, è opportuno bere acqua imbottigliata, prelevata da bottiglie sigillate, ed evitare invece di consumare quella proveniente dalla rete idrica locale.

Naturalmente, se si decide di mangiare in ristoranti e locali è consigliabile verificare preventivamente le condizioni igieniche del luogo. In Egitto sono frequenti i casi di epatite A, B e C; per questo motivo, previo consulto con il proprio medico, si consiglia di sottoporsi a un vaccino contro epatite A e B, febbre tifoide e tetano. Nonostante in generale le condizioni degli ospedali siano buone, non sempre è possibile accedere a strutture con standard igienico-sanitari adeguati, e quelle private possono avere un costo anche molto elevato. Prevenire l'insorgenza di malattie, tra cui quelle citate e quelle causate da punture degli insetti, è di primaria importanza. Una volta che sono state prese tutte le precauzioni e si è organizzato l'itinerario, non resta che partire alla scoperta di un luogo dalla storia lunghissima e dal fascino, ancora oggi, assolutamente indiscutibile. Infine, è consigliabile la sottoscrizione di un'assicurazione viaggio e, per chi volesse, di un'assicurazione viaggio sanitaria.

Redazione TravelEasy.it

Scopri la nostra assicurazione viaggio
Assicurazione con annullamento viaggio incluso
Fai un PREVENTIVO »

Ti chiamiamo gratis!

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00.

Un nostro consulente ti contatterà per trovare la soluzione più adatta a te.

Gratis e senza impegno