L’anima di Pechino, fra grattacieli e antiche pagode

Dove si cela la vera anima di Pechino? Nei maestosi grattacieli del centro o nel Tempio delle Cinque Pagode, dove risuonano le vibrazioni dei gong e si respirano magiche atmosfere tibetane? Probabilmente in entrambi i luoghi, perché lo spirito di Pechino sposa caratteri antichi e moderni. La capitale della Cina, fra le metropoli più popolate al Mondo, è una città dalle mille sfaccettature, così moderna eppure custode di tradizioni millenarie.

Qui, gli edifici storici di età imperiale e sovietica incontrano architetture contemporanee e spettacolari, che rievocano l’esponenziale crescita economica del Paese. Il clima a Pechino è di tipo continentale, caratterizzato da estati calde e umide e inverni freddi, con temperature che possono raggiungere anche -7° nel mese di gennaio. Il consiglio per chi intende recarsi a Pechino da novembre a marzo è quello di mettere in valigia abiti e accessori caldi, come maglioni di lana, sciarpe e cappelli.

Un soggiorno di una settimana è sufficiente per visitare i principali monumenti e punti d’interesse di Pechino. Di seguito dunque, proponiamo un itinerario di 7 giorni fra le meraviglie della città.

La prima tappa consigliata è la Città Proibita, cioè il palazzo imperiale delle dinastie Ming e Quing. La Città Proibita, patrimonio dell’umanità UNESCO dal 1987, è il più grande complesso di edifici del globo. Costituita da ben 980 edifici e da oltre 8mila camere, è stata per 500 anni la sontuosa l’abitazione degli imperatori e delle loro famiglie. Il tour di Pechino può continuare all’incantevole Palazzo d’Estate o Yiheyuan (in cinese, giardino dell’armonia educata). Si tratta del parco più famoso di Pechino, celebre per la bellezza della sua natura e dei palazzi di cui è costellato. Da Pechino si può accedere anche alla Grande Muraglia, annoverata fra le sette meraviglie del mondo moderno. I tratti più popolari si trovano proprio vicino alla città e possono essere visitati in una giornata, ma per raggiungerli, si impiegano almeno due ore. Per questo motivo è consigliabile alloggiare una notte in uno degli hotel situati nei pressi della Muraglia, in modo tale da visitarla la mattina presto senza troppa folla.

Molto affascinante è la vita quotidiana pechinese, da vivere a pieno negli hutong, gli antichi vicoli del centro storico dove assaggiare dell’ottimo street food. Il luogo ideale per dedicarsi allo shopping è invece la via Wangfujing: un vero centro commerciale a cielo aperto. Negozi di marchi internazionali e botteghe di artigianato locale si trovano anche nelle aree di Wangfujin, Qianmen, Dongdan e Xidan. Pechino offre strutture ricettive di ogni categoria e per tutti i gusti. Le zone migliori in cui alloggiare sono il centro storico e il moderno distretto di Chaoyang.

Per entrare in Cina è necessario un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di ingresso nel Paese e il visto d’ingresso, da richiedere, anche attraverso agenzie turistiche, alle rappresentanze diplomatico-consolari cinesi in Italia (per maggior informazioni basta visitare il sito : www.fmprc.gov.cn). Purtroppo, la qualità del servizio sanitario cinese non è elevata. A Pechino esistono ospedali pubblici e numerose cliniche private con personale competente, ma i costi di degenza per i cittadini stranieri sono molto elevati (fino a 500,00 euro al giorno). Data l’onerosità delle prestazioni, il Ministero degli Affari Esteri consiglia di stipulare un’apposita assicurazione viaggio a coperture delle spese mediche e dell’eventuale rimpatrio prima della partenza.

Eleonora D'Angelo

Scopri la nostra assicurazione viaggio
Assicurazione con annullamento viaggio incluso
Fai un PREVENTIVO »

Ti chiamiamo gratis!

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00.

Un nostro consulente ti contatterà per trovare la soluzione più adatta a te.

Gratis e senza impegno