Rifugi alpini italiani: ecco i più belli del 2019

Febbraio e marzo sono i mesi preferiti dagli italiani per andare in vacanza sulla neve, per concedersi un weekend di relax o una settimana di ferie nelle più belle destinazioni del nord Italia. Gli appassionati di sci prediligono i rifugi alpini: rustici, accoglienti e a due passi dalle piste, ideali per pernottare e conoscere da vicino le tradizioni enogastronomiche locali. Ecco i più belli del 2019.

Il Club Alpino Italiano vanta oltre 150 rifugi, divenuti nel tempo molto più di semplici soste per sciatori, ma vere destinazioni enogastronomiche e centri di ospitalità d’eccellenza. Il loro aspetto è rimasto pressoché invariato e richiama le tradizioni montane. Realizzati in legno, presentano la classica architettura a chalet; ospitano grandi camini all’interno e comodi divani per rilassarsi; qualche tavolo per rifocillarsi e poche stanze in cui alloggiare, arredate in modo grazioso e squisitamente rustico.

Fra i più celebri vi è il Rifugio Abetone di Aosta, situato sul Mont de la Saxe a 2.000 mt di altezza. È alle pendici del Monte Bianco e a due passi dalla località di Courmayeur: fra le mete invernali più apprezzate dai turisti italiani e internazionali. L’Abetone offre ai propri ospiti Internet gratuito ed è aperto durante i mesi estivi.

Meraviglioso è anche il Rifugio Zamboni-Zappa, ai piedi del Monte Rosa. Quest’ultimo è situato in posizione strategica non solo per affrontare le piste, ma anche per dedicarsi al trekking e ad altre avventurose escursioni. Il Rifugio Zamboni è dotato di un ampio prato in cui le famiglie con bambini al seguito possono giocare immersi nella natura circostante.

Nel Parco Nazionale dello Stelvio, a breve distanza dal lago delle Rosole, vi è il Rifugio Cesare Branca. Si trova di fronte a un maestoso ghiacciaio ed è circondato da vette molto elevate, di grande rilievo paesaggistico. Il Rifugio Cesare Branca si raggiunge dall’Alta Valtellina e precisamente dalla località di Forni. A differenza dei primi è aperto fin dalla stagione primaverile: da marzo a fine settembre.

Fra i rifugi alpini di proprietà privata si segnala il Fanes, situato sull’Alpe di Fanes Piccola. Riceve fino ad autunno inoltrato (metà ottobre) e rappresenta un punto di partenza ideale per le escursioni in jeep o gatto delle nevi nei dintorni. Il Fanes è famoso per l’offerta culinaria: qui si possono assaggiare piatti deliziosi come i canederli allo speck e il gulasch.

Chi visita le Dolomiti di Sesto può recarsi al Rifugio Locatelli, che offre centinaia di posti letto e una spettacolare terrazza con vista sulle Tre Cime di Lavaredo.

Eleonora D’Angelo

Scopri la nostra assicurazione viaggio
Assicurazione con annullamento viaggio incluso
Fai un PREVENTIVO »

Ti chiamiamo gratis!

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00.

Un nostro consulente ti contatterà per trovare la soluzione più adatta a te.

Gratis e senza impegno